La Zona del Reventino dona apparecchiature e dispositivi di sicurezza all’Ospedale di Lamezia Terme

“Ogni Scout deve prepararsi a divenire buon cittadino per il suo Paese e per il mondo. Per questo dovete cominciare, fin da ragazzi, a considerare ogni altro ragazzo come un amico. Ricordate che, siate ricchi o poveri, di città o di campagna, il vostro dovere è di stare spalla a spalla per sostenere tutti il vostro Paese. Non pensate a voi stessi, ma al vostro Paese ed al bene che il vostro lavoro potrà apportare al prossimo…”

L’Agesci Zona Reventino facendo proprie le parole del suo fondatore Baden Powell ha donato all’Ospedale di Lamezia Terme Giovanni Paolo II apparecchiature e dispositivi di sicurezza, acquistati grazie alla raccolta fondi promossa dall’associazione stessa per sostenere il reparto di terapia intensiva del nosocomio lametino nella battaglia al Covid 19.

In particolare, sono stati acquistati 2 monitor Ambo Aview, 5 ascope 4 broncoscopio large, 1 lavatrice, 3 elettrodi pediat/precon proget, 3 ascope 4 broncoscopio regular, 300 mascherine FFP2, 5 pulsoximetro oxy4, 1 elettrocardiografo.

Tale iniziativa benefica si è resa possibile grazie alla generosità di quanti hanno partecipato e contribuito alla raccolta, ai quali va il ringraziamento e la riconoscenza per la sensibilità dimostrata e la grande solidarietà che la nostra città ha saputo proferire. Un ringraziamento va inoltre a tutti gli operatori sanitari per il lavoro che stanno svolgendo con grande professionalità e soprattutto umanità per consentire a tutti noi di continuare a “sforzarci sempre di vedere ciò che splende dietro le nuvole più nere”.

Agesci Zona Reventino.