MS2017 – Esplorazione

Dopo un momento comunitario di accoglienza e di lancio del campo i partecipanti sono stati suddivisi in base all’ambito scelto. Riunito il gruppo di esplorazione dopo una presentazione generale dell’area in cui avremmo vissuto i due giorni, sono stati consegnati i materiali principali per realizzare le diverse attività (carte topografiche, schede per l’osservazione, libretto del campo, ecc.), e individuato il punto di partenza su carta, siamo partiti per la nostra destinazione.

Durante il tragitto sono state applicate diverse tecniche legate sia alla lettura della carta, che alla lettura del territorio, e all’orientamento procedendo per step e derivando dall’esperienza vissuta le ricadute e le osservazioni personali e metodologiche dell’utilizzo di quella particolare tecnica fino a raggiungere il luogo in cui passare la notte.

Una volta lì sono state messe in pratica tecniche legate all’arte della sopravvivenza in ambiente naturale con particolare attenzione per la costruzione di ripari, accensione fuoco, cucina trapper e osservazione alle stelle.

Il giorno successivo, riprendendo gli aspetti legati all’osservazione della natura e alle buone pratiche legate alla preparazione e all’equipaggiamento oltre che all’attrezzatura essenziale ma necessaria, abbiamo ripreso la strada verso la Base, chiudendo una sorta di anello verificando le esperienze vissute prima di rientrare.

Alla Base, a seguito del pranzo comunitario si è conclusa l’attività partecipando insieme a tutti i partecipanti e agli staff del Multistage alla Santa Messa.

Tutte le tecniche sono state esposte con lo stile che ci contraddistingue (Esperienza/Simbolo/Concetto) ed in particolare si è puntato molto sul “Perché” delle cose, esponendo le singole tecniche mettendole in relazione con il nostro metodo ed il mondo che ci circonda (attualizzazione della Tecnica – perché è utile a noi ed ai nostri ragazzi?)

Il confronto fra pari è stata la chiave di tutto che ha portato i partecipanti a calarsi pienamente in questo stile e a vivere questa esperienza con un entusiasmo rinato all’insegna dell’avventura e del confronto.

Speriamo che i Partecipanti siano rientrati nei loro gruppi con la consapevolezza che la competenza non si improvvisa ma si cura con il progetto e l’applicazione, e che saranno spinti ad applicare il metodo scout con più consapevolezza degli strumenti a disposizione.

 

Andrea Vacchiano e Andrea Luongo


 
HOME DEL MS2017