Convocazione Assemblea Regionale 23 aprile 2017

Carissimi,

attraverso la recente riforma, siamo tutti chiamati a partecipare alla costruzione del pensiero e della vita dell’Associazione in un modo nuovo. Ma l’associazione può vivere questo cambiamento se collettivamente sentiamo la responsabilità di partecipare, sollecitati dalle nostre consapevolezze e dalle nostre esperienze. Il confronto, la creatività di progettare, le relazioni, i riferimenti daranno sicuramente dinamismo alle zone impegnate nel percorso e seguire la strada coralmente aprirà a nuovi orizzonti.

Guardiamo quindi con fiducia e speranza al cambiamento perché viverlo insieme alle altre zone e regioni d’Italia è un impegno verso il bene comune e, nello stesso tempo, comporta aiuto e sostegno alla nostra azione educativa e incide nella nostra formazione di adulti.

Ricordiamo che alle Strategie Nazionali di Intervento (SNI), una volta definite dal nuovo percorso decisionale associativo, attingeremo per favorire sui territori ulteriori percorsi specifici di ricerca e progettazione.

Per dare ulteriore forma a tutto questo vi invitiamo a partecipare all’

Assemblea Regionale, Domenica 23 aprile 2017

presso Sala convegni della “Fondazione Terina” (area ex SIR) a Lamezia Terme (CZ) dalle ore 8,30 alle ore 17,00.

 L’assemblea è per delegati ed è aperta a tutti i soci adulti censiti, pur comprendendo l’impossibilità a partecipare per i capi impegnati nelle concomitanti attività di “S. Giorgio”.

Dopo l’accoglienza, inizieremo alle ore 9,00 con la Santa Messa, che sarà celebrata da Padre Enzo e animata nei vari momenti da ciascuna zona.

Dopo gli adempimenti assembleari di rito, entreremo nel vivo della trattazione dei temi. Dedicheremo buona parte della mattinata alle SNI anche attraverso la modalità dei gruppi di lavoro.

Dopo un ritorno in plenaria, lavoreremo ancora sulle altre tematiche del Consiglio generale, attraverso 4 gruppi di confronto:

  • relazione del comitato nazionale,
  • documento sull’accoglienza dei ragazzi di altre religioni,
  • capi gruppo e ca.,
  • lo sviluppo in

Su tutti questi argomenti si rimanda all’approfondimento dei relativi documenti pubblicati sui Doc. preparatori al C.G. o sul sito Agesci.

Il pranzo avverrà nei gruppi di lavoro.

Un aspetto importante dell’assemblea riguarderà le chiamate al servizio di:

  • Incaricato Regionale alla Formazione Capi, per dimissioni di Alfredo Vallone,
  • Incaricata Regionale all’Organizzazione, per fine mandato di Angela Gigliotti,
  • Incaricato Regionale all’Organizzazione, per fine mandato di Giovanni

In seguito alla presentazione, al mattino, delle candidature, le procedure di voto saranno espletate dai soli capi delegati durante il pranzo.

Nel pomeriggio avverrà la restituzione del lavoro dei gruppi e la votazione di eventuali mozioni. Ricordiamo infatti che il dibattito assembleare potrà esprimersi anche attraverso mozioni di approvazione di documenti e istanze anche da portare in Consiglio Generale, sia in relazione alle SNI che agli altri temi affrontati.

La successione degli argomenti sopra indicati sarà organizzata in base alla tempistica dei lavori assembleari. Riserviamo nelle “Varie ed eventuali” quegli interventi di contenuto di cui ci perverrà proposta.

Concluderemo la giornata, intorno alle 16,30 con la proclamazione degli eletti.

Ci piace, ci entusiasma, ci impegna concludere questa convocazione consegnando alla vostra riflessione, le parole di don Luigi Ciotti pronunciate a Locri lo scorso 21 marzo alla XXII Giornata della Memoria e dell’Impegno:

«Io credo che siamo qui perché amiamo la vita e abbiamo un debito con chi è stato assassinato. Abbiamo un debito con le loro famiglie.

Ma vi prego, non basta più ricordare, bisogna farli vivere nel nostro impegno. Ci parlano, sono vivi, ci esortano a essere NOI PIU’ VIVI!

Dobbiamo essere vivi noi, più vivi noi, tutti noi.

Ci hanno lasciato in eredità la speranza di una società più giusta e più umana.

A noi il compito di realizzarla e per realizzarla è necessaria una vera cittadinanza. Cittadinanza significa corresponsabilità:

ogni persona è chiamata a contribuire per il bene comune che è premessa di quello individuale. Corresponsabilità che nasce: dai rapporti educativi, dalla crescita culturale, dalla partecipazione alla vita sociale.

Lavoriamo per la città educativa!»

 Buona strada, ci vediamo il 23!

 

Carmelina, Fabrizio e Padre Enzo

Responsabili e Assistente Regionali


[useyourdrive dir=”0B9vKNLLR_hDueURuQVI4WWNzNEk” mode=”files” viewrole=”administrator|editor|author|contributor|subscriber|guest” filelayout=”list” downloadrole=”administrator|editor|author|contributor|subscriber|guest”]