Tempo di Avvento, cosa resta del Giubileo?

avvento

Carissimi ,
domenica scorsa è iniziato l’Avvento. Un tempo meraviglioso che la chiesa ci regala, per intensificare e verificare la nostra disponibilità a vivere l’attesa del Maestro che ancora una volta vuole mettere radici e farsi storia, non più nella capanna di Betlemme, ma in quella del nostro cuore.
L’Avvento è tempo di attesa, di conversione, di speranza: attesa-memoria della prima, umile venuta del Salvatore nella nostra carne mortale; attesa-supplica dell’ultima, gloriosa venuta di Cristo, Signore della storia e Giudice universale; conversione, alla quale spesso la Liturgia di questo tempo invita con la voce dei profeti e soprattutto di Giovanni Battista; «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino» (Mt 3,2); speranza gioiosa che la salvezza già operata da Cristo (cfr. Rm 8,24-25) e le realtà di grazia già presenti nel mondo giungano alla loro maturazione e pienezza, per cui la promessa si tramuterà in possesso, la fede in visione, e “noi saremo simili a lui e lo vedremo così come egli è” (1 Gv 3,2)». Dono per ciascuno di noi ma, soprattutto, per il Signore che è venuto, che viene nell’oggi della nostra vita e che verrà alla fine dei tempi, sono tre figure bibliche, le quali si mostrano per noi “modelli” e “guide”, in quanto caratterizzano il tempo liturgico dell’Avvento; sono il profeta Isaia, Giovanni Battista e la Vergine Maria.
Di quest’ultima, per il singolare ed unico ruolo che ha assunto nella storia della nostra salvezza, vogliamo particolarmente soffermare la nostra riflessione.
Un’antichissima ed universale tradizione ha assegnato all’Avvento la lettura del profeta Isaia perché in lui, più che negli altri profeti, si trova un’eco della grande speranza che ha confortato il popolo eletto durante i secoli duri e decisivi della sua storia.
Le pagine più significative del libro di Isaia sono proclamate durante l’Avvento, sia nella Liturgia della Messa che in quella delle Ore, e costituiscono un annuncio di speranza perenne per gli uomini di tutti i tempi. Giovanni Battista è l’ultimo dei profeti e riassume nella sua persona e nella sua parola tutta la storia precedente nel momento in cui sfocia nel suo compimento. Bene incarna, pertanto, lo spirito dell’Avvento. Egli è il segno dell’intervento di Dio per il suo popolo; quale precursore del Messia ha la missione di preparare le vie del Signore (cfr. Is 40,3), di offrire ad Israele la «conoscenza della salvezza» (cfr. Lc 1,77-78) e soprattutto di indicare Cristo già presente in mezzo al suo popolo (cfr. Gv 1,29-34). Maria.
L’Avvento è il tempo liturgico nel quale (a differenza degli altri dove purtroppo è assente) si pone felicemente in rilievo la relazione e la cooperazione di Maria al mistero della redenzione. Ciò avviene come “dal di dentro” della celebrazione stessa e non per sovrapposizione o per aggiunta devozionistica. Non è esatto, però, chiamare l’Avvento il miglior “mese mariano”, proprio perché questo tempo liturgico è essenzialmente celebrazione del mistero della venuta del Signore, mistero al quale è particolarmente legata la cooperazione di Maria.
Illuminati dal loro esempio, intensifichiamo in questo tempo, la lettura meditata della Parola di Dio ritagliandoci spazi e tempi nella nostra quotidianità, che ci aiutano a crescere interiormente perché il servizio educativo che gioiosamente svolgiamo, possa riappropriarsi di quell’anima che allarga, integra, ed irrobustisce ogni nostro agire e cioè la Fede, intesa non un puro atto della mente, ma come celebrazione di un incontro vitale con il Dio di Gesù Cristo.
A tal fine, come auspicato all’indomani del Giubileo dei Capi, vi inviamo un piccolo sussidio che possa aiutarvi in questo cammino di approfondimento ed interiorizzazione della Parola. Fatene buon uso!
Vi salutiamo affettuosamente augurandovi che la “buona strada” in questo tempo di attesa e speranza, sia realmente un sentiero illuminato dalla grazia che conduce direttamente al cuore di Dio e dei fratelli.

Padre Enzo Arzente

e Pattuglia Regionale AE


Lettera presentazione sussidio Avvento.pdf

Agesci Calabria_Sussidio Avvento 2016.pdf