Assemblea Regionale questa misteriosa !!!

_sil9028

Si definisce assemblea “una riunione di persone per discutere o deliberare di un interesse comune”. Se la intendo semplicemente così, l’assemblea sembra proprio un qualcosa di freddo ed oltremodo formale. Quasi quasi non ci vado… elimino, con un semplice click, l’email di convocazione ricevuta e dedico finalmente una domenica alla mia comoda poltrona. Ma nella lettera di convocazione si parla di responsabilità ed impegno…
Dilemma: Che faccio? Ci vado? Non ci vado?
Va bene… Riproviamo, dai… Etimologia della parola assemblea: “unire insieme”.
E sì, ora va molto meglio. Ora si ha proprio una sensazione di calore e di qualcosa di bello. E l’assemblea regionale che domenica ha unito insieme quasi 400 capi calabresi è stata proprio una giornata di calore e di bellezza, che il cielo grigio non ha minimamente incupito. Davvero “una bella famiglia” come è stata definita da Fabrizio, il nostro instancabile Responsabile Regionale affiancato dalla sempre sorridente Carmelina che con dolcezza ha fatto sembrare meno lungo l’interminabile elenco degli argomenti all’ordine del giorno.
Ebbene sì, di cose da fare ce n’erano parecchie, tutte importanti quasi come se fossero tanti mattoncini su cui costruire le nuove zone della Regione, le nuove occasioni di servizio, il nostro servizio di capi, il cammino della realtà regionale in questo anno scout da poco iniziato. E quale modo migliore di affrontare un duro lavoro di ascolto, attenzione, condivisione e confronto se non affidando tutte le nostre idee, le nostre speranze, le nostre fatiche e qualche delusione a Lui che da sempre ci sostiene con la forza della Sua presenza e del Suo amore? È stato bello iniziare la giornata partecipando alla Santa Messa, accogliendo nel cuore le parole di Padre Enzo che con grande concretezza e delicatezza ha saputo parlare ad ognuno di noi capi presenti.

_sil9092
E che sferzata di ottimismo e voglia di rimboccarsi ancora di più le maniche per tentare di lasciare il mondo un po’ migliore di come ora è, è arrivata poco dopo ascoltando il Sindaco di Lamezia Terme, Paolo Mascaro. Un uomo che, pur non avendo mai messo uno zaino sulle spalle, ha colto sin nel profondo il vero spirito della nostra associazione, le sue grandi potenzialità educative, il nostro “agire positivo e propositivo”, la nostra capacità di incidere sulle variegate realtà in cui quotidianamente ci spendiamo. Ha, inoltre, saputo apprezzare e valorizzare il nostro spirito di accoglienza, non solo di persone ma di idee e progetti, il nostro essere “un segno diverso ed importante nella realtà odierna”, il nostro desiderio di collaborazione con il territorio ed i suoi amministratori.
La speranza di crescere è poi aumentata con la presentazione delle nuove quattro zone della Regione. L’entusiasmo e la passione trasudati dai neo eletti Responsabili di Zona per la nuova sfida sono stati davvero tangibili. La Terra dei Bruzi si è presentata con un vaso colmo della loro terra, su cui seminare ed essere fecondi. La Zona Passo del Pellegrino ha guardato alle cime dei monti che la circondano e ha orientato il suo cammino verso le vette più alte. Reggio C. Sud si è presentata su una barca, per esprimere il suo anelito a navigare insieme. Mentre la Zona Fata Morgana, declamando belli e famosi versi, ci ha ricordato che il nostro servizio altro non è che pura poesia.
Ma la bellezza e la forza della nostra associazione risiede anche nei volti dei suoi capi, di tutte quelle persone che si rendono meritevoli di fiducia e si fanno portavoce delle esigenze di tutti noi ed espressione della nostra Terra, ossia di tutti i nuovi Consiglieri Generali che da oggi ci rappresenteranno e che con un grande sorriso si sono presentati pronti a svolgere il loro mandato al meglio.
L’associazione, però, è fatta anche di carte, di regolamenti, di bilanci ma discuterne insieme per poi approvarli non è stato solo un mero atto dovuto alla burocrazia, bensì un’occasione per esprimere, ancora una volta, il nostro essere comunità democratica.
Così come ci ha ricordato ripetutamente nel suo intervento Ferri, il Capo Scout, che raccontando la “Riforma Leonardo” ci ha detto che “non basta limitarsi a scrivere i progetti: bisogna principalmente dar loro gambe, volti e soprattutto cuore”. Occasione importante di condivisione e confronto offerta a tutti noi capi presenti è stata quella dei gruppi di lavoro focalizzati sui quattro ambiti della riforma, ossia Territorio, Partecipazione, Rappresentanza e Progetto. Occasione ben colta che sarà certamente foriera di nuove riflessioni e di stimolo sia nelle zone che nelle co.ca.

_sil9130
Ci sono stati molti altri volti sorridenti ed emozionati e cuori felici in questa assemblea. Sono stati – e saranno- quelli dei nuovi incaricati che hanno detto il loro sì forte e convinto per donarsi in un nuovo servizio. Buona strada, quindi, a Francesca, Incaricata alla Branca L/C, ad Adelina e Daniele, Incaricati alla branca E/G, ad Antonella, Incaricata alla Formazione Capi ed a Nereo, Incaricato al Coordinamento Metodologico. Ed un grazie di cuore a Monica, Incaricata alla Formazione Capi, ed a Sara, Incaricata alla Branca E/G, per il servizio che con passione e sacrificio hanno svolto fino ad oggi.
La stanchezza che ogni tanto ci tocca, nel pomeriggio, è stata cancellata in un attimo dalle testimonianze di Vincenzo, Filippo e Maria – RS partecipanti all’ultimo Roverway. Ascoltando le loro parole ci siamo nuovamente resi conto che “noi davvero questo mondo lo possiam cambiare”.
Ed allora coraggio, prendiamo il nostro calendario e nei pochi giorni ancora liberi collochiamo le varie occasioni formative che la Regione nei prossimi mesi ci offrirà, al fine di essere più competenti e quindi più pronti a leggere le esigenze dei nostri ragazzi e ad aiutarli a realizzare i loro sogni. Ci aspettano, così come ci hanno presentato, un Multistage, un CAM, un Laboratorio Biblico, dei momenti formativi per IAB e IABZ, una Marcia dell’Impegno e della Memoria.
Beh, l’elenco delle cose da fare è davvero lungo così come lo è stata l’assemblea di oggi, ma io torno a casa – e spero che sia stato per tutti così – ricca dei volti che ho incontrato, degli abbracci che ho dato e che ho ricevuto, delle storie che si sono incontrate per scrivere una nuova.
E sì, l’assemblea è stata un po’ lunga, ma rimanere fino alla fine è valso davvero la pena. Perché è stata un’assemblea nel vero senso della parola: ha unito insieme i mille progetti ed il futuro di noi tutti. Alla prossima!!!

Maria Elena Muià


VIDEO INTERVENTO CAPO SCOUT

FOTO